Obbligatorietà

L’obbligo di registrazione di una pubblicazione periodica presso il tribunale sussiste esclusivamente per le pubblicazioni cartacee così come previsto dalla Legge 1948 n. 47. La registrazione in tribunale delle pubblicazioni periodiche che hanno una diffusione esclusivamente on-line è obbligatoria esclusivamente per le attività per le quali i prestatori dei servizi intendano avvalersi delle provvidenze in favore dell’editoria previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62, ai sensi dell’ultimo comma dell’art. 7 del D. L. n. 70/2003.

Nel caso si ritenga opportuno realizzare una versione a stampa della rivista per procedere al deposito legale e per sfruttare anche il canale di distribuzione tradizionale sarà obbligatorio registrare il periodico in tribunale.

[informazioni a cura di Paola Galimberti, Università di Milano]

Procedure di registrazione

È necessario nominare un direttore responsabile, che deve essere giornalista iscritto all’Albo dei giornalisti (elenco professionisti o pubblicisti). Per le stampe a carattere tecnico, professionale o scientifico (escluse quelle sportive e cinematografiche) può assumere la qualifica di direttore responsabile la persona che, pur non essendo giornalista, si iscriva all’elenco speciale.

Il direttore responsabile non deve essere investito di mandato parlamentare; altrimenti occorre la nomina di un vice direttore.

[informazioni tratte dalla pagina “Registrazione giornali e periodici” del sito del Tribunale di Torino]

Iscrizione del Direttore Responsabile negli elenchi speciali

L’art. 28 della legge 3 febbraio 1963 sull’Ordinamento della professione di giornalista permette l’iscrizione negli Elenchi Speciali annessi all’Albo dei giornalisti “…a chi pur non esercitando l’attività di giornalista, assumano la qualifica di Direttori Responsabili di periodici o riviste a carattere tecnico, professionale o scientifico…”. L’art. 3, secondo e terzo comma, della legge n. 47/1948, stabilisce che “Il Direttore Responsabile deve essere cittadino italiano e possedere gli altri requisiti per l’iscrizione nelle liste elettorali politiche. Può essere Direttore Responsabile anche l’italiano non appartenente alla Repubblica, se possiede gli altri requisiti per l’iscrizione nelle liste elettorali politiche”.

[informazioni tratte dalla pagina “Elenco Speciale” dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte]

Modalità per l’iscrizione nell’elenco speciale

  • domanda, in carta da bollo da 16,00 euro ed a firma del richiedente, indirizzata a: Ordine dei Giornalisti, Consiglio regionale del Piemonte Corso Stati Uniti 27 – 10128 Torino (modello formato pdf);
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione, in carta libera, attestante data e luogo di nascita, residenza, cittadinanza, godimento dei diritti politici, il numero di codice fiscale;
  • fotocopia del documento di identità (carta di identità o passaporto);
  • fotocopia del tesserino di attribuzione del codice fiscale;
  • dichiarazione in carta libera ed a firma del richiedente, “nella quale risultino dettagliatamente precisati gli elementi occorrenti alla determinazione della natura specializzata della pubblicazione”;
  • titolo del periodico ed indicazione del Tribunale presso il quale verrà (o è già stata) registrata la pubblicazione;
  • dimissioni dell’eventuale direttore responsabile uscente;
  • copia del numero zero, oppure menabò di stampa, oppure copia dell’ultimo numero uscito;
  • 300,00 euro per diritti di segreteria, da versarsi presso gli uffici di segreteria dell’Ordine al momento della presentazione della domanda.

Le riviste o i periodici devono rivestire esclusivamente carattere tecnico, professionale o scientifico.

Per ottenere i certificati, dopo la presentazione della domanda occorrono:

  • ricevuta del versamento di 168,00 euro, da effettuarsi sul c/c postale 8003, intestato a: Ufficio del Registro Tasse e Concessioni Governative – Roma;
  • 95,00 euro per quota annuale di iscrizione all’Ordine, da versarsi presso gli uffici di segreteria dell’Ordine;
  • 150,00 euro + 16,00 euro per diritti e marche per il rilascio del certificato, da versarsi presso gli uffici di segreteria dell’Ordine (Consiglio Regionale dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte C.so Stati Uniti, 27 – 10128 TORINO – Palazzo Ceriana Mayneri Tel 011/53.38.90 – Fax 011/53.87.98 www.odgpiemonte.it / info.ordine@odgpiemonte.it).

Registrazione della rivista presso la cancelleria del Tribunale Civile

È da effettuarsi solo nei casi previsti dalla legge: qualora la rivista abbia una versione cartacea o goda delle provvidenze in favore dell’editoria. Ottenuta l’iscrizione del Direttore Responsabile negli elenchi speciali annesso all’Ordine dei giornalisti, occorre registrare la rivista presso la cancelleria del tribunale civile. Infatti, l’art. 5 della Legge 47/1948 prevede che nessun giornale o periodico possa essere pubblicato se non sia stato registrato presso la Cancelleria del Tribunale, nella cui circoscrizione la pubblicazione deve effettuarsi.

Per la registrazione in Tribunale occorre che siano depositati:

  1. istanza in carta da bollo da 16 euro (il modello da compilare va richiesto a Elena Giglia, elena.giglia@unito.it; non può essere messo online perché contiene dati sensibili precompilati) firmata con firma autenticata dal proprietario (per l’Università, il Legale Rappresentante ovvero il Rettore) e dal Direttore Responsabile;
  2. marca da bollo da 27 euro;
  3. fotocopia del documento d’identità e del Codice Fiscale del Legale Rappresentante (da richiedere a Elena Giglia, elena.giglia@unito.it);
  4. fotocopia del documento d’identità e del Codice Fiscale del Direttore Responsabile;
  5. copia autentica, in bollo, della delibera di nomina del Rettore (da richiedere a Elena Giglia, elena.giglia@unito.it);
  6. un documento in bollo da cui risulti l’iscrizione nell’albo dei giornalisti del Direttore Responsabile (rilasciato dall’Ordine dei Giornalisti Consiglio Regionale del Piemonte, Corso Stati Uniti, 27 – 10128 Torino);
  7. autocertificazione di cittadinanza italiana e di godimento dei diritti politici del proprietario, che per l’Università è il Legale Rappresentante, ovvero il Rettore (modello precompilato da richiedere a Elena Giglia, elena.giglia@unito.it, e far firmare al Rettore con firma autenticata);
  8. autocertificazione di cittadinanza italiana e di godimento dei diritti politici del Direttore Responsabile (modello da compilare);
  9. copia dello Statuto (scaricabile a questo indirizzo);
  10. per le riviste online occorre:
    1. un certificato in bollo rilasciato dall’Ente che ha registrato il dominio o copia autentica – in bollo – del contratto di registrazione del proprio dominio rilasciata dall’Ente (C.N.R. di Pisa per i dominii .It) per i domini registrati all’estero presso l’Ente – società statunitense competente Network Solution (.com, etc.) o Godaddy (.org) occorre la traduzione asseverata (com.it);
    2. ottenere, tramite il proprio service provider, i dati relativi alla registrazione del proprio dominio: indirizzo web, email, manteiner, server, provider. Il tutto va autocertificato dal legale rappresentante (Rettore)
    3. copia autentica in bollo del contratto tra la proprietà (del dominio) del periodico ed il service/provider, regolarmente registrato;
    4. copia autentica – in bollo – del decreto di concessione o autorizzazione del Ministero delle Comunicazioni verso il service provider. Da richiedere a Elena Giglia, elena.giglia@unito.it;
    5. copia conforme in bollo del contratto tra proprietà del dominio del periodico ed il service provider regolarmente registrato.
  11. solo ed esclusivamente per la registrazione del periodico (e non per le variazioni del proprietario/direttore responsabile/della periodicità), va allegata, inoltre, alla domanda la ricevuta di versamento di euro 200,00 da versare all’Ufficio Postale su bollettino a 3 parti sul c/c 8003 intestato all’Ufficio del Registro di Pescara per tassa concessione governativa (DPR n. 641 in G.U. n. 292 suppl. nr. 3 – tariffa nr 77 e succ. mod.)
  12. alla richiesta della certificazione vanno allegate una marca da 4,10 euro per ogni autentica di firma se il Direttore Responsabile deposita l’istanza e deve fare autenticare la sua firma direttamente in tribunale (vedi sotto);
  13. allegare fotocopia dell’istanza (così come viene presentata) e marca da euro 3,68 se si vuole la ricevuta del deposito.

La domanda viene sottoscritta alla presenza del dipendente addetto o sottoscritta e presentata unitamente a fotocopia di documento di identità e del codice fiscale del Legale Rappresentante (Rettore) e del Direttore Responsabile, nonché di tutte le marche da bollo e dei documenti previsti.

Le domande di iscrizione, variazione, cancellazione ecc. vanno depositate nell’ufficio Registrazione Giornali e Periodici presso il Palazzo di Giustizia – Ingresso 8 – Piano Terra – Aula 27 Previo appuntamento da richiedersi a mezzo fax al numero 011/432 7657 con proprio recapito.

Per informazioni contattare il numero 0114328268 dal lunedì al venerdì con orario 12:00- 13:15.

Le firme in calce all’istanza (Rettore e Direttore Responsabile) vanno autenticate.

Il Direttore Responsabile può scegliere se autenticare la firma presso l’anagrafe comunale, un Notaio o presso il Tribunale il giorno della presentazione dell’istanza (in questo caso portare, per ogni autentica di firma, marca da bollo da 4,10 euro, come indicato al punto 12).

Qualora il Direttore Responsabile abbia provveduto all’autentica della firma davanti a un Notaio o presso l’anagrafe, l’istanza può essere presentata da persona diversa dal Direttore.

L’istanza di registrazione e tutti i documenti (punto 1, punto 7, punto 10 b) che recano la firma del Legale Rappresentante (Rettore) vanno fatti firmare con firma autenticata dal Rettore stesso alla presenza di un Notaio. Il Notaio va prenotato e deve prendere appuntamento con il Rettore in via Verdi,8, secondo le rispettive disponibilità. Tutto è a carico delle singole riviste.