DOI (Digital Object Identifier) è uno standard che consente di identificare persistentemente, all’interno di una rete digitale, qualsiasi oggetto di proprietà intellettuale e di associarvi i relativi dati di riferimento, i metadati, secondo uno schema strutturato ed estensibile.

È uno strumento granulare, che può essere applicato all’intera rivista, a un fascicolo o al singolo articolo; è immediatamente azionabile in rete e utilizzabile per lo sviluppo di servizi specifici, quali motori di ricerca, certificazioni di autenticità [maggiori informazioni].

L’Università di Torino, inoltre, attraverso la CRUI, aderisce al consorzio DataCite e può quindi assegnare i DOI gratuitamente per tutte le riviste, per la tracciabilità del contenuto. L’Ufficio Accesso Aperto ed editoria elettronica può fornire supporto per queste attività.